Ferrero e Novi a Belluno per produrre nocciole

Ferrero e Novi cercano nuovi terreni e nuovi produttori per la nocciola trilobata delle Langhe. E, secondo quanto scriveva Francesca Valente sul sito del Corriere delle Alpi il 17 marzo scorso, potrebbero trovarli nella provincia di Belluno. «Abbiamo a disposizione molte aree inutilizzate e invase dalla boscaglia, che potrebbero prestarsi a questo tipo di coltivazione», spiega il presidente della Coldiretti locale, Silvano Dal Paos, con cui c’è già stato un contatto circa un mese fa.

«La Ferrero si farebbe carico non soltanto del costo di raccolta – aggiunge Dal Paos – ma anche della produzione. In più avrebbe previsto un 15-20 per cento in più rispetto alla qualità delle nocciole. La resa economica è certa e pare anche significativa». E sul fronte della cessione dei latifondi alla produzione della nocciola piemontese, a discapito di quella feltrina, Dal Paos rassicura: «i colossi piemontesi sono disposti a valutare la qualità della nostra produzione autoctona».

«La nocciola feltrina è sicuramente buona – ossera il presidente Coldiretti – ma si può bloccare un progetto del genere per pochi ettari coltivati? L’offerta è talmente importante che non possiamo non assoggettarci un po’ alla richiesta di mercato».

(Ph. da AgroNotizie)

Tags: , ,

Leggi anche questo