Arcugnano (Vi), molluschi giganti trovati nel fango

Delle strane conchiglie lunghe oltre 20 centimetri sono state ritrovate nel terreno vicino al Rio Cordano in valle dei Calvi ad Arcugnano (Vicenza). Nel torrente era stato di recente condotto un drenaggio. «Non so cosa pensare, nessuno ha mai visto una cosa del genere – commenta sul Giornale di Vicenza in un articolo di Luisa Nicoli a pagina 22, il proprietario Alberto Bonato – io e mio figlio ne abbiamo trovate oltre una sessantina, nel fango, e ce ne sono ancora molte. Si muovevano, la maggior parte era viva. Le abbiamo messe nei secchi d’acqua. Alcune con il guscio danneggiato erano morte. Dalle altre però, appena ho posato un po’ di sale sul bordo, il mollusco è uscito immediatamente».

«Mi sono sorpreso che fossero lì e soprattutto che fossero così grandi – continua Bonato -. Ne abbiamo trovata una di 27 centimetri di lunghezza e di oltre 1 kg e 200 grammi di peso». Interpellati alla ricerca di maggiori informazioni, il museo naturalistico archeologico di Vicenza e il Corpo forestale hanno confermato che si tratta di una “Anodonta Woodiana”, un mollusco bivalve di grandi dimensioni il cui carapace esterno è bruno-nerastro tendente al verde mentre l’interno è di color madreperla. «Da dove arrivano? – si chiede ancora Bonato – È normale che siano così grandi? Possono provocare danni all’ambiente? Aspetto che gli enti preposti ci diano informazioni. Se vogliono analizzarle ce ne sono ancora. In questi giorni sul posto è stata una sorta di pellegrinaggio».

(ph: wikipedia)

Tags: ,

Leggi anche questo