Acciaierie Beltrame, gruppo completa piano rilancio

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Acciaierie Beltrame annuncia il consolidamento e il completamento del proprio piano di rilancio che l’ha vista chiudere il 2016 in forte progressione rispetto agli esercizi precedenti. Il progetto di bilancio che verrà presentato al Consiglio di Amministrazione di fine marzo evidenzia l’Ebitda a 86 milioni (64 mln nel 2015 e 31 mln nel 2014), e posizione finanziaria netta a 165 milioni (229 mln nel 2015 e 274 mln nel 2014). Sul fronte finanziario è stato formalizzato nei giorni scorsi, con la firma di AFV e di tutte le banche e la successiva erogazione, un contratto con un pool di banche per l’erogazione di un nuovo finanziamento da complessivi 235 milioni di euro per il sostegno del piano industriale del Gruppo e a chiusura di precedenti esposizioni.

La società informa inoltre che «le nuove linee di credito verranno strutturate da un pool di banche guidato da UniCredit (Mandated Lead Arranger, Agent e Bookrunner con una quota di 85 milioni di euro) e dal Gruppo Intesa Sanpaolo tramite Cassa di Risparmio del Veneto e Mediocredito Italiano per complessivi 80 milioni di euro a cui hanno partecipato Banca Popolare di Vicenza (45 milioni di euro), Banco Popolare – BPM (17,5 milioni di euro) e Friuladria (7,5 milioni di euro). Banca IMI – la banca di investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo – e Unicredit hanno agito in qualità di Mandated Lead Arranger e Bookrunner, Banca Popolare di Vicenza in qualità di Joint Mandated Lead Arranger”. Cassa di Risparmio del Veneto e Unicredit hanno inoltre concesso ulteriori linee di credito per firma per complessivi 40 milioni di euro a supporto dell’attività del Gruppo Beltrame.

«Questo importante contratto bancario ci permette di disporre di uno strumento disegnato ad hoc per consolidare il trend positivo del nostro Gruppo e di proiettarlo quindi ad un futuro solido che perpetui il lungo cammino compiuto dalla nostra famiglia durante gli ultimi 120 anni», spiega il Presidente Antonio Beltrame. «Se siamo arrivati a completare così rapidamente un turnaround di tale entità, raggiungendo una redditività al top nel nostro segmento», spiega Riccardo Garrè, CEO di Gruppo, «lo dobbiamo ad un forte e costante supporto da parte degli azionisti che hanno dato massima fiducia al management, creatosi durante questo periodo, sempre più internazionale, integrato e finalizzato al recupero di redditività e alla creazione di valore».

Tags: , ,

Leggi anche questo