BpVi e Vb, 400 mila euro da Regione per spese legali soci

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

400 mila euro per i risparmiatori truffati da Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza. Questa, scrive Renzo Mazzaro sul Mattino a pagina 11, la somma che la Regione Veneto stanzierà per sostenere le spese legali dei soci. I 400 mila euro saranno suddivisi tra le 19 associazioni esistenti in proporzione al numero di risparmiatori che esse rappresentano. L’aiuto è rivolto ai soli cittadini veneti. Il limite al reddito dei beneficiari è di 28 mila euro.

La delibera prevede una serie di diverse condizioni per le associazioni per accedere al contributo regionale: devono essersi costituite ai sensi del codice civile; dotate di uno statuto e di un codice fiscale; devono essere collegate ad uno studio legale esperto in materia bancaria; devono rappresentare un numero non inferiore a 10 risparmiatori; devono dimostrare che i loro rappresentati sono «persone fisiche residenti nel Veneto danneggiate dall’acquisto di prodotti finanziari presso sedi o filiali di Veneto Banca o della Bpvi»; devono «prendersi in carico i propri rappresentati danneggiati dalle banche attraverso uno specifico modulo di adesione che preveda una registrazione con numero di protocollo».

Tags: , ,

Leggi anche questo