Confindustria: sì a Zaia su autonomia (tranne Finco e Piovesana)

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Si è tenuto ieri a Mestre un vertice fra il governatore del Veneto Luca Zaia e i vertici della Confindustria regionale. Come scrive il Corriere del Veneto a pagina 5, Zaia ha parlato di autonomia per il Veneto sul modello di Trento e Bolzano. Una visione federalista condivisa da ampi settori degli industriali. In particolare Confindustria è interessata a 6 competenze previste dall’articolo 116 della Costituzione sulle autonomie regionali: politiche industriali, lavoro e servizi all’impiego, il welfare integrato fra pubblico e privato, scuola e formazione, la rete di infrastrutture e trasporti e la digitalizzazione. Gli industriali hanno inoltre approvato l’addizionale Irpef prevista dalla giunta Zaia per completare la superstrada Pedemontana.

All’incontro tuttavia è emersa ancora una volta la spaccatura tra le territoriali di Treviso e Padova e la presidenza di Matteo Zoppas: il tavolo è infatti stato disertato dai rispettivi presidenti Maria Cristina Piovesana e Massimo Finco, sostituiti dai vice Antonella Candiotto e Anna Viel. I pomi della discordia con Zoppas sono molteplici: si va dalle polemiche sulla doppia presidenza di Confindustria Veneto-Venezia, al sostegno all’elezione di Vincenzo Boccia a presidente nazionale e ad una piattaforma programmatica considerata non sufficientemente definita.

Tags: ,

Leggi anche questo