Treviso, controlli su profughi-accattoni nei parchi

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Gli operatori della Nova Marghera Facility, società che gestisce il centro di prima accoglienza all’ex caserma Serena, cominceranno da oggi ad allontanare i profughi dal cimitero maggiore di San Lazzaro usato dai richiedenti asilo come scorciatoia per arrivare in città. Come scrive Alessandro Zago su La Tribuna, i controlli si estenderanno in città anche ai giardini di piazzetta Sant’Andrea e a porta Altinia, in via Roma. Gli operatori del centro informeranno i migranti sul comportamento più adeguato da adottare in pubblico.

Le misure, già applicate con successo a Casier, sono concordate con il Comune di Treviso e sono volte a ridurre l’accattonaggio, i parcheggiatori abusivi e i bivacchi quotidiani nell’ottica di un maggiore decoro pubblico. Nei parchi oltre alle pattuglie della polizia municipale, a giorni entreranno in azione, a orari diversi, i “Guardiani dei parchi” (volontari del Radio Club Treviso) e gli operatori della Nova Marghera.

 

Tags: ,

Leggi anche questo