Treviso, controlli su profughi-accattoni nei parchi

Gli operatori della Nova Marghera Facility, società che gestisce il centro di prima accoglienza all’ex caserma Serena, cominceranno da oggi ad allontanare i profughi dal cimitero maggiore di San Lazzaro usato dai richiedenti asilo come scorciatoia per arrivare in città. Come scrive Alessandro Zago su La Tribuna, i controlli si estenderanno in città anche ai giardini di piazzetta Sant’Andrea e a porta Altinia, in via Roma. Gli operatori del centro informeranno i migranti sul comportamento più adeguato da adottare in pubblico.

Le misure, già applicate con successo a Casier, sono concordate con il Comune di Treviso e sono volte a ridurre l’accattonaggio, i parcheggiatori abusivi e i bivacchi quotidiani nell’ottica di un maggiore decoro pubblico. Nei parchi oltre alle pattuglie della polizia municipale, a giorni entreranno in azione, a orari diversi, i “Guardiani dei parchi” (volontari del Radio Club Treviso) e gli operatori della Nova Marghera.

 

Tags: ,

Leggi anche questo