Ascom: «prestiti banche troppo salati, aziende dagli usurai»

«Abbiamo avuto la segnalazione di oltre una decina di aziende della Riviera del Brenta del commercio, costrette a rivolgersi a finanziatori di fortuna in qualche caso veri e propri usurai, perché le banche fanno credito a tassi di interesse esorbitanti o il credito proprio non lo erogavano». Così, su La Nuova Venezia a pagina 29 il vicepresidente dell’Ascom della Riviera del Brenta, Adelino Carraro. Secondo le stime dell’Ascom le aziende interessate sarebbero il 15-20% di quelle operanti sul territorio.

«Una decina di esercenti della Riviera del Brenta negli ultimi mesi – prosegue il vicepresidente Ascom – si è rivolta a grossi istituti di credito con sede a Mestre o in Riviera per avere per le loro aziende dei prestiti. Queste hanno proposto dei prestiti con tassi di interesse superiori in alcuni casi del 13-14%, costringendo queste persone a rinunciare o a rivolgersi a personaggi discutibili, veri e propri usurai che poi hanno cominciato a pretendere tassi di interesse completamente fuori da ogni logica. In alcuni casi in questi mesi le aziende sono state costrette a chiudere perché oberate dalle rate da pagare».

(ph: metropolisweb.it)

Tags: , ,

Leggi anche questo