BpVi e Vb, la Bce: «se salta salvaggio, liquidazione»

«Per alcune banche della zona euro potrebbe essere necessaria la liquidazione se non ci sono altre strade praticabili per il salvataggio». Così in un articolo di Eleonora Vallin sul Mattino a pagina 16, numero uno della Vigilanza Bce, Daniele Nouy. «Si tratta di un processo in cui ci sono vari interlocutori, oltre a noi, come le banche e il governo, poi c’è la decisione della Commissione europea che deve decidere se è possibile la ricapitalizzazione precauzionale e per quale ammontare è un sistema in cui ciascuno agisce a seconda della propria responsabilità», ha detto Nouy nel corso nel corso di un’audizione al Parlamento Ue, puntando il dito sull’eccessiva frammentazione del sistema bancario europeo.

«In casi particolari il consolidamento può anche prendere la forma dello scioglimento delle banche non sostenibili» ha precisato. Il tema è quello della solvibilità, spinoso problema con cui sono alle prese le ex popolari venete Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Su questo punto Nouy ha chiesto ai cda di fissare i target per la riduzione del fardello dei deteriorati, invitando ad accelerare i tempi per lo smaltimento degli Npl. Infine il capo della Vigilanza europea si è rivolta ai risparmiatori invitandoli a «non investire in titoli a rischio di bail in» e a «diversificare il rischio».

 

Tags: , , ,

Leggi anche questo