Profughi Padova, chiusa Casa Don Gallo

Chiude Casa Don Gallo, il centro padovano di accoglienza profughi auto-gestita con il supporto di Razzismo Stop. Come scrive Claudio Malfitano sul Mattino, l’edificio in via Tommaseo 90 è stato riconsegnato ai proprietari(Sedici Banca) dopo un pignoramento. «Non c’è stato alcun sgombero ma la fine di un percorso fatto assieme a Caritas, Confcooperative e al fondo di solidarietà della Cariparo», spiega Luca Bertolino di Razzismo Stop. I 30 migranti ospitati dal 2011 troveranno un occupazione in base a delle borse di lavoro e studio: «c’è chi andrà a fare il mediatore culturale, chi il giardiniere e chi lavorerà in agricoltura- sottolinea Bertolino – Gli offriamo un’opportunità per non cadere nell’ombra della marginalità sociale».

Ma 15 di loro (quelli arrivati nella Casa Don Gallo da pochi giorni) sono rimasti fuori dagli accordi e ieri hanno occupato per protesta il cortile del Comune. «Non sappiamo più dove andare», hanno detto i migranti disperati. Ad esultare è invece l’ex sindaco leghista di Padova Massimo Bitonci: «è una soluzione importante per la città. Dalla chiusura del campo di via Bassette alla chiusura di casa Don Gallo sono i risultati positivi della nostra amministrazione».

(ph: blitzquotidiano.it)

 

Tags: ,

Leggi anche questo