Verona, un Adamo troppo osè: scultore mette boxer a statua

Ha risposto con una provocazione mettendo un paio di mutande nere alla sua statua di Adamo nudo, collocata sul sagrato davanti alla chiesa di San Biagio a Casaleone (Verona), lo scultore Matteo Faben davanti alla richiesta di rimuovere l’opera fatta dal parroco che aveva ricevuto delle lamentele da alcuni parrocchiani sull’opportunità di tenere quella statua con le parti intime ben esposte davanti all’edificio religioso. «Sono un artista e non posso scendere a compromessi – ha detto lo scultore a L’Arena – per questo motivo ho deciso di compiere un atto provocatorio e coprire le parti intime della scultura, finita nel mirino di qualche pruriginoso benestante, con dei boxer neri».

Faber, che abita a Casaleone, ha ricordato che l’opera «non ha nulla di blasfemo, anzi è prettamente religiosa» ritraendo il primo uomo creato da Dio «che risponde alla chiamata del Signore e si mostra così com’è» e di aver ricevuto l’autorizzazione a sistemare la statua «dove si trova». Ha quindi aggiunto che non ha alcuna intenzione di spostarla «se la parrocchia non la vuole più ci pensi lei a cosa farne».

Tags: ,

Leggi anche questo