Imprenditore di Selvazzano, figlio confessa: «ucciso per sbaglio»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Ad uccidere Enrico Boggian, imprenditore di Selvazzano Dentro, è stato il figlio sedicenne. Come scrive Angela Tisbe Ciociola sul Corriere del Veneto, si sarebbe trattato di uno scherzo finito tragicamente. Così giura il ragazzo, che ha confessato l’omicidio al termine di una notte di interrogatorio. Era stato lo stesso adolescente a dare l’allarme per la morte del padre venerdì pomeriggio. La sua prima versione, tuttavia, non aveva convinto i carabinieri, che nel frattempo avevano scoperto che la carabina detenuta dal convivente della nonna paterna, con il quale il ragazzo aveva trascorso la mattinata, era sparita.

Messo alle strette, il ragazzo è crollato e ha ammesso tutto. «È stato uno scherzo finito male. Volevo solo fargli sentire il clic da dietro per spaventarlo. Non pensavo che il fucile del nonno avesse il colpo in canna…». Scioccato dall’accaduto, il giovane è corso a nascondere il fucile in un cespuglio di rovi nei campi dietro casa, prima di rientrare e dare l’allarme. «Ha agito in questo modo per paura – ha spiegato l’avvocato Cenci -. È un ragazzino spaventato che in quel momento non riusciva ad accettare la gravità di ciò che aveva appena fatto». Il pm ha deciso il fermo con l’accusa di omicidio volontario.

(Foto di repertorio)

Tags: , ,

Leggi anche questo