Aeroporto Venezia, gestione in mano franco-tedesca

L’aeroporto di Venezia finirà in mani tedesche e francesi. Come scrive Roberta Paolini su La Nuova Venezia a pagina 8, il nocciolo della questione sta tutto nel riassetto di Finanziaria Internazionale, l’azionista di controllo di Save, concessionario dello scalo veneziano. Enrico Marchi liquiderà infatti il socio Andrea de Vido con 120 milioni restando azionista del concessionario aeroportuale con due partner finanziari: il fondo francese InfraVia e un fondo di Deutsche Bank.

Finint che ora detiene il controllo di Save con il 33%, scenderà così al 12% consegnando di fatto ai tedeschi e francesi la maggioranza delle quote. Il divorzio tra Marchi e De Vido rischia così di far perdere al Veneto il controllo di uno dei suoi più grandi asset economici. La rottura fra i due soci storici ha avuto inizio nel 2015 quando Veneto Banca ha chiesto a de Vido di rientrare dalla sua esposizione debitoria (circa 80 milioni di euro). Di lì la sua richiesta essere liquidato delle sue quote Finint.

 

Tags: , ,

Leggi anche questo