Giudice con pistola, ministro Orlando: «solo un’opinione personale»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando (in foto), ieri a Pordenone, è intervenuto sul caso del giudice di Treviso Angelo Mascolo che nei giorni scorsi aveva dichiarato di volersi armare per autodifesa contro la microcriminalità. «Le competenze sulla sicurezza sono dei Procuratori Generali – dichiara il ministro in un articolo di  Andrea De Polo sul Mattino a pagina 6 – Noi possiamo affrontare singole situazioni, non un’impressione generale che una persona si è fatta del mondo».

Le parole di Mascolo, appoggiato invece dalla Lega, erano state duramente criticate anche dal Procuratore della Corte d’Appello di Venezia Antonino Condorelli e dall’Anm veneta: «è indispensabile (…) che gli uomini che vivono e lavorano con funzioni di alta responsabilità all’interno delle istituzioni mantengano fermo il loro impegno – aveva dichiarato Condorelli al Corriere del Veneto – è ad essi che i cittadini si affidano, e affidano le loro speranze. Non ci può essere spazio per coloro i quali a tali speranze e aspettative dimostrano di non credere più e, quasi irridendole, proclamano anzi, con la “scomparsa” dello Stato e persino del proprio ruolo, la necessità di ricorrere alla violenza o alla minaccia di violenza privata come unico deterrente e strumento di tutela possibile».

Tags: ,

Leggi anche questo