Pfas, chiesti 500 mila euro alla Miteni

L’associazione ambientalista padovana “Terra dei Pfas”, ha depositato ieri al tribunale civile della città del Santo una richiesta di risarcimento di 500 mila euro nei confronti della ditta chimica Miteni di Trissino e della Regione Veneto. Secondo l’associazione la Miteni è responsabile «per l’inquinamento delle acque superficiali e del sottosuolo, a seguito dell’immissione nell’ambiente dei propri prodotti chimici tossici, persistenti e bioaccumulabili nell’ambiente e negli organismi viventi», si legge in uno stralcio dell’esposto pubblicato oggi sul Corriere del Veneto a pagina 6 in un articolo di Nicola Munaro.

Secondo l’avvocato Giorgio Destro, rappresentante legale dell’associazione, la Regione sarebbe invece responsabile di aver chiuso un occhio e della conseguente «mancata adozione di provvedimenti idonei ad impedire il protrarsi di tali fatti».

Tags: , ,

Leggi anche questo