“Su e Zo per i ponti”, marcia nella Venezia nascosta

Fervono i preparativi per la 39^ edizione “Su e Zo per i ponti di Venezia“, l’ormai tradizionale passeggiata di solidarietà in programma domenica 2 aprile. «In quest’edizione della “Su e zo” – ha spiegato l’assessore comunale al Turismo, Paola Mar, durante la presentazione a Ca’ Farsetti – c’è stata una collaborazione davvero intensa con diversi servizi comunali. Innanzi tutto l’Assessorato al Turismo con il servizio Turismo sostenibile, che ha elaborato 12 “deviazioni di percorso”: si tratta di un vero e proprio detour in tutti i sestieri, alla ricerca dei luoghi meno conosciuti della città, tutti scaricabili dalla Suezo app, e sei stampati anche sulla mappa della Su e Zo. Una proposta per noi davvero importante, dato che il 2017 è stato dichiarato dall’Onu l’Anno internazionale del Turismo sostenibile per lo Sviluppo e che la “Su e Zo” ne fa parte, oltre ad aver ricevuto il patrocinio del WTO, l’Organizzazione mondiale del Turismo delle Nazioni Unite. A questo si aggiunge l’ “ecogalateo“, stampato anch’esso sulla mappa del percorso, perché come Amministrazione riteniamo fondamentale puntare sul decoro».

Anche quest’anno sarà possibile scegliere tra quello il percorso completo di 13 chilometri e 48 ponti, con partenza e arrivo in Piazza San Marco, e quello breve di 6,5 chilometri con 22 ponti, con partenza dal Piazzale della Stazione S. Lucia e arrivo in Piazza S. Marco. Tra le novità, il tracciato toccherà i Giardini della Biennale a Castello, Campo San Giacomo dall’Orio nel cuore di Santa Croce, ma anche Punta della Dogana e il Teatro La Fenice. Un inedito anche tra i punti di ristoro: uno sarà posto in Campo Santo Stefano, mentre gli altri due saranno allestiti in Campo Campo S. Francesco della Vigna e all’interno dell’area dell’Autorità di Sistema portuale, dove si terrà anche un concerto organizzato in collaborazione con l’Hard Rock Cafe. A gestire i ristori e a dare indicazioni saranno circa 450 volontari. Sempre in tema di novità, grazie alla partnership con la Fondazione Musei civici voluta dal Comune di Venezia e condivisa dalla presidente della Fondazione, Mariacristina Gribaudi, dal 31 marzo al 2 aprile, gli iscritti alla Su e Zo potranno visitare a prezzo ridotto alcuni musei nelle zone meno frequentate della città, da Ca’ Rezzonico a Palazzo Mocenigo, da Casa Goldoni a Ca’ Pesaro, dal Museo di Storia naturale ai Musei del Vetro di Murano e del Merletto di Burano. Per maggiori informazioni sulla manifestazione, clicca qui.

(Ph. Veronica Lago)

Tags: ,

Leggi anche questo