Maestra a bimbo: «scrivi 10 volte “io sono stupido”»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Una normale baruffa tra bambini avvenuta tra i banchi di una scuola elementare. Un compagno ha lanciato una colla stick addosso all’altro che d’istinto gli ha dato dello stupido. Come racconta la Nuova, la maestra della scuola elementare del Veneto Orientale, ha deciso di punire il bimbo di 7 anni costringendolo a scrivere la frase “io sono stupido” per dieci volte sul quaderno. Una volta tornato a casa, la madre del bambino ha visto la pagina con quella frase ripetuta e ha chiesto spiegazioni al figlio.

«Mio figlio è un po’ esuberante e qualche volta si fa trasportare dall’euforia degli altri compagni ma questa volta la maestra ha davvero esagerato», spiega la madre che vuole incontrare al più presto il dirigente scolastico. «Si tratta di atteggiamenti prevaricatori della maestra e scelte del castigo che a mio avviso non vanno bene. Tutto ciò può influire negativamente sulla percezione che mio figlio ha di se stesso ora e in futuro per lo sviluppo della sua personalità. Andrò fino in fondo alla questione».

Tags:

Leggi anche questo

  • Vergognoso. In tutta la mia carriera di Maestro ho sempre insegnato ai bambini che gli stupidi non esistono. Esistono solo gli ignoranti, nel senso etimologico del termine, cioè che non sanno certe cose. Ma la scuola è lì apposta per insegnargliele. Siamo cioè tutti ignoranti (di qualche cosa) ma nessuno è ‘stupido’, a meno che non rifiuti coscientemente di ‘imparare’. Evidentemente qualcuno ha rifiutato di imparare il Rispetto, dovuto a qualsiasi essere vivente; anche questo è legittimo, ma allora quel qualcuno dovrebbe chiedersi se sta facendo il mestiere giusto.