Sparò a Stacchio, chiesti 14 anni per Derlesi

La procura vicentina ha chiesto una pena a 14 anni di reclusione per Oriano Derlesi unico membro della banda a processo per la rapina avvenuta il 3 febbraio 2015 a Ponte di Nanto (Vicenza) alla gioielleria Zancan. Il rapinatore fu protagonista di un intenso scambio di colpi di arma da fuoco con il benzinaio Graziano Stacchio (in foto), poi assurto agli onori della cronaca come simbolo della battaglia sulla legittima difesa. Sia quest’ultimo e Robertino Zancan ora chiedono un risarcimento di 100mila euro ciascuno, e una provvisionale di 200mila.

«È chiaro che c’era l’intenzione di uccidere, Oriano Derlesi ha sparato anche frontalmente a dove era riparato Stacchio imbracciando un’arma da guerra, un kalashnikov 7.62» ha riferito ieri in aula nella requisitoria il sostituto procuratore Cristina Gava. Come scrive Benedetta Centin sul Corriere del Veneto nell’edizione di Vicenza a pagina 11, le prove che inchiodano il giostraio veneziano sono tante: si va dalla perizia balistica all’esame del dna ritrovato sulla scena del crimine, dalle intercettazioni telefoniche a quelle ambientali registrate mentre parlava coi parenti in carcere.

Tags: ,

Leggi anche questo