“Banche impopolari”, libro-inchiesta su BpVi e Vb

Negli ultimi anni, oltre 500 mila soci delle banche popolari italiane hanno dimezzato il valore delle loro azioni in Borsa, e in Veneto, con Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca, hanno perso tutto. Parte da questa premessa il libro dei giornalisti de La Repubblica Andrea Greco e Franco VanniBanche impopolari. Inchiesta sul credito popolare e sul tradimento dei consumatori” (Mondadori), uscito il libreria il 28 marzo. Un libro sulla crisi del credito popolare, a partire dal crac dei due istituti «avvenuto anche per le condotte di alcuni banchieri, favorite da uno stile di governo obsoleto».

Le crisi bancarie di Montebelluna, Vicenza ma anche Arezzo (Etruria) – dove lo Stato è dovuto intervenire per evitare il fallimento – e i casi di Bari, Bergamo, Marostica, Milano, Verona hanno condotto al crepuscolo il modello cooperativo. Nel loro viaggio dentro la crisi del sistema creditizio locale, Greco e Vanni descrivono l’evoluzione, i retroscena, colpi di teatro e le ambizioni frustrate dei protagonisti del «romanzo bancario popolare» italiano, e raccontano come un perverso intreccio di potere e denaro, risparmio e speculazione, abbia finito per trasformare le popolari da volano di territori e borghesie operose in infernali macchine mangiasoldi.

 

Tags: , , ,

Leggi anche questo