Omicidio “per scherzo”: famiglia gli crede, i giudici no

Il ragazzo di Selvazzano che ha sparato al padre con il fucile del nonno ha ribadito davanti al giudice la versione sostenuta davanti ai carabinieri. Come riporta Nicola Munaro sul Corriere del Veneto, il giovane avrebbe sparato accidentalmente al genitore da distanza ravvicinata, mentre questi sonnecchiava dopo pranzo davanti alla tv, convinto che l’arma non avesse il colpo in canna.

La famiglia non ha dubbi sulla difesa del ragazzo, diversamente dall’accusa, secondo la quale il sedicenne sapeva bene ciò che stava facendo. Tesi sposata anche dal gip, che ha disporre la custodia in carcere, motivata dal rischio che il giovane possa uccidere ancora.

 

Tags:

Leggi anche questo