«Vicenza, plateatici più cari: Comune vessa commercianti»

Pubblichiamo una nota di Francesco Rucco, presidente del gruppo consiliare Idea Vicenza.

Mentre pochi giorni fa il Sindaco Variati attaccava il Presidente Zaia per l’aumento Irpef regionale, la sua giunta stava già elaborando l’aumento della tariffa per i plateatici dei locali commerciali del centro storico. Una vera e propria beffa che, aggiunta ad un rischio di aumento IVA in discussione a Roma ed al momento di difficoltà economica generale, si trasformerebbe in una pesantissima ulteriore stangata per una categoria già vessata. Il Consiglio comunale è stato tenuto all’oscuro di tale decisione e siamo ovviamente contrari a qualsiasi aumento di imposte locali in un momento delicatissimo per l’economia reale della nostra città.

Avremmo piuttosto capito – e condiviso – una differenziazione delle tariffe con una riduzione sostanziale per chi paga l’imposta sul plateatico nelle zone più lontane dalla centralissima Piazza dei Signori, e non – come sarebbe previsto – un aumento del 30% a carico di chi occupa suolo pubblico in centro. Si riveda quindi la decisione di Giunta bloccando ogni aumento in danno ai commercianti. E’ inutile organizzare grandi eventi a Vicenza promettendo un indotto economico per il commercio al fine di aiutarlo e sostenerlo, quando il Comune diventa il suo primo vero vessatore ed ostacolo alla sua sopravvivenza.

Francesco Rucco
Idea Vicenza

Tags: ,

Leggi anche questo