Agenzia Entrate a Borgo Berga, M5S: «assurdo»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il senatore del M5S Enrico Cappelletti interviene con un comunicato stampa sulla questione trasferimento dell’Agenzia delle Entrate a Borgo Berga. «Anche i sindacati dei lavoratori dell’Agenzia delle Entrate contestano la scelta dell’ente di traslocare dagli uffici di via Palladio a Borgo Berga. In seguito alla richiesta di sequestro dell’intero complesso edilizio di Borgo Berga da parte della Procura della Repubblica, abbiamo sollevato nuovamente la questione al Ministro Padoan chiedendo di attivarsi per impedire tale trasferimento; abbiamo chiesto che il contratto di locazione firmato dell’Agenzia delle Entrate con la società Sviluppo Cotorossi venga immediatamente sospeso e che vengano verificati i presupposti per l’annullamento».

«È assurdo – continua Cappelletti, che ha presentato un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’economia e delle finanze sulla questione – come un ente pubblico, quale l’Agenzia delle Entrate, non abbia trovato di meglio che sottoscrivere un contratto di locazione con una società sospettata di lottizzazione abusiva decidendo di trasferire i propri uffici in un complesso edilizio di cui di recente la procura della repubblica ha chiesto il sequestro. Cosa farà l’Agenzia di fronte ad una probabile prossima dichiarazione di lottizzazione abusiva? È evidente che la scelta incauta in questo caso andrebbe a ripercuotersi anche sugli stessi lavoratori dell’Agenzia». E conclude «possibile che nella città di Vicenza non esistano altri immobili di proprietà dello Stato o strutture private libere da pendenze giudiziarie idonei ad ospitare gli uffici dell’Agenzia delle Entrate?».

Tags: ,

Leggi anche questo