Morbillo, focolaio a Padova

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

È allarme morbillo a Padova. Come scrive Elisa Fais sul Mattino a pagina 17, solo nelle ultime due settimane si sono verificati ben 30 casi. Secondo le analisi del Dipartimento di igiene, prevenzione e sanità pubblica dell’Usl 6 Euganea, il virus proviene dall’Est Europa e più in particolare dalla Romania, dove è in corso una grave epidemia che ha coinvolto circa 3.400 persone e causato 17 morti. Il focolaio di Padova è stato scatenato da un bimbo non vaccinato entrato al Pronto Soccorso pediatrico per ricevere cure. In poche ore sono stati infettati così altri 5 bambini.

«Il morbillo è la malattia più contagiosa che si conosca – spiega il professor Giorgio Palù, presidente della Società europea di virologia – basti sapere che un caso indice può infettare altre venti persone. Secondo il programma dettato dall’Organizzazione mondiale della sanità, avremmo già dovuto eradicare definitivamente questo virus in Italia. L’infezione si ripropone perché la copertura vaccinale si è notevolmente abbassata. Per conferire l’immunità di gregge, bisogna vaccinare il 95 per cento della popolazione. Il morbillo è una malattia molto seria perché non solo è contagiosa, ma ha anche una elevata morbosità. Può causare polmonite, encefalite e complicanze a vari organi»

Tags: ,

Leggi anche questo