Zaia a Delrio: «governo non rinneghi Pedemontana»

Il governatore Luca Zaia risponde alle recenti critiche del ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio sulla Pedemontana: «il fatto che il governo non voglia mettere soldi sulla Pedemontana è una scelta politica che pur non condividendola, rispetto – esordisce il presidente della Regione in un articolo di Sabrina Tomè su La Nuova Venezia – A lasciarmi sbigottito, invece, è il fatto che si voglia far passare la superstrada come un problema solo del Veneto. Problema che non abbiamo creato noi; noi semmai abbiamo cercato una soluzione. Sono sbigottito che se ne parli con simile distacco, come se il governo non c’entrasse nulla, quando invece esso era parte integrante dell’opera».

«Non si faccia come Giuda, non la si rinneghi. Ricordo che la Pedemontana non è un capriccio mio o della nostra Regione, ma è il più grande cantiere esistente in Italia da 2,2 miliardi – continua Zaia –  se qui c’è un bancomat, questo è il Veneto che manda a Roma 21 miliardi di tasse: somma con la quale potremmo costruire dieci Pedemontane. In ogni caso, nel nostro piano, non sono previsti contributi da parte dello Stato: la somma di 300 milioni viene coperta dall’addizionale Irpef. È chiaro poi che se arrivassero i fondi, la manovra non servirebbe».

Tags: , ,

Leggi anche questo