Pedemontana, Pd: «rischio buco da 2 miliardi»

Il nuovo contratto sulla Pedemontana tra Consorzio Sis e la Regione approda oggi in commissione Infrastrutture. E il Pd attacca: «di fatto siamo di fronte ad una proposta blindata, da approvare a scatola chiusa – spiega il capogruppo del Pd Stefano Fracasso in un articolo di Marco Bonet e Benedetta Centin sull’edizione di Vicenza del Corriere del Veneto a pagina 4 – della serie: prendere o lasciare».

«I dubbi di Cantone si spiegano con lo spostamento integrale del “rischio domanda” del project da Sis alla Regione – continua – rischio che la stessa Regione nel 2013 sosteneva essere invece a carico del privato. Una modifica sostanziale al contratto del 2009 che nell’arco dei 39 anni della concessione rischia di creare un buco di 2 miliardi nelle casse della Regione, se si fa la differenza tra i pedaggi che incasserà l’ente, attualizzati al tasso di crescita delle stime di traffico europee dell’1,26%, e il canone di disponibilità che, vada come vada, si dovrà pagare a Sis ogni anno».

Tags: , ,

Leggi anche questo