Strage bus ungherese, indagati vertici A4

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Alberto Brentegani, responsabile di tratta della società autostradale A4 Brescia-Padova, e Giovanni Natale, responsabile della manutenzione, sono indagati per omicidio stradale aggravato per l’incidente dell’autobus ungherese in cui lo scorso gennaio sull’A4 hanno perso la vita 17 persone. Nel mirino in particolare ci sono il guard rail nei pressi di San Martino Buon Albergo e il pilone del ponte sovrastante su cui si è poi schiantato il mezzo. L’avviso di garanzia, come scrive Alessandra Vaccari su L’Arena a pagina 15, non è di questi giorni, ma soltanto ora se ne è appresa notizia.

«Abbiamo fatto tutte le verifiche possibili e posso affermare che siamo a norma», afferma il legale di Brentegani e Natale, «con tanto di sopralluoghi tecnici, e non soltanto in quella tratta, ma di tutta l’autostrada di nostra gestione. Credo che l’avviso di garanzia non sia altro che un atto dovuto». Di parere opposto il presidente dell’Associazione Familiari e Vittime della Strada, Alberto Pallotti, secondo il quale «i casi sono due: o le barriere non erano a norma e il progettista ha scelto non correttamente i sistemi di ritenzione adeguati oppure la norma è sbagliata, e ha responsabilità chi l’ha scritta».

Tags: ,

Leggi anche questo