Venezia, sospetto terrorista: «non hanno prove»

Arxhend Bekaj, uno dei quattro presunti terroristi kosovari accusati di voler compiere un attentato sul ponte di Rialto, è stato rimpatriato in Kosovo. Come precisa Eleonora Biral sul Correre del Veneto a pagina 3, Bekaj non è tra gli arrestati, come suo cugino Arjan Babaj, ma è accusato di aver partecipato agli incontri della cellula jihadista.

«Ero in Italia da tre anni e mezzo – ha dichiarato -. Ho sempre lavorato per portare a casa i schei per la mia famiglia, ero l’unico che lavorava e adesso mio fratello ha dovuto lasciare la scuola per questo motivo. Non ho mai fatto niente di quello che dicono gli investigatori, hanno inventato tutto», ha aggiunto il kosovaro, secondo il quale «la polizia non ha trovato niente, solo libri».

(foto di repertorio)

Tags: ,

Leggi anche questo