Zaltron (M5S): «Variati e Bulgarini, fateci votare contro la Tav»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Riceviamo e pubblichiamo un intervento della consigliera comunale vicentina del Movimento 5 Stelle, Liliana Zaltron, sul tema dell’alta velocità a Vicenza

E ora il vicesindaco apre ai comitati con l’invito a lavorare insieme per migliorare la città. Poi dice : “In questi giorni ho avuto modo di ascoltare ancora una volta autentiche mistificazioni e balle ripetute come se fossero vere come la storia del tunnel sotto Monte Berico: è stata nulla più di una proposta del tutto vaga, non certo avanzata da questa amministrazione, subito accantonata….” Probabilmente il vicesindaco non ha buona memoria. I comitati, le associazioni, molti cittadini e consiglieri ricordano perfettamente le parole del sindaco quando diceva che il tunnel sotto Monte Berico era la “conditio sine qua non”. Dichiarazioni rilasciate dal sindaco Achille Variati che ci risulta far parte di questa amministrazione…o ci sbagliamo? Bulgarini chiarisca! Di che amministrazione fa parte Variati?

Inoltre, visto che il vicesindaco ha più volte fatto “mea culpa” ammettendo che l’amministrazione attuale “non ha avuto- fino a ieri – la sensibilità per affrontare gli standard molto elevati e giustamente richiesti dall’Unesco”, vogliamo ben sperare che si cominci a sviluppare quella sensibilità fin da subito. Giusto per far sì che non siano le solite parole – delle quali ormai siamo stanchi tutti – invitiamo il vicesindaco, anche alla luce della recente HIA, a sollecitare il sindaco e tutta la maggioranza a tornare in Consiglio comunale per votare contro l’attraversamento di Vicenza della Linea AV/AC.

Invitiamo infatti il vicesindaco a leggersi con attenzione il suddetto documento, perchè forse ancora non lo ha fatto. Si nota fin da subito, anche per un lettore poco attento, che l’impatto di tale opera sull’Eccezionale Valore Universale” sarà negativo….e senza contare il fatto che finora non è stato ancora considerato l’impatto sui beni in termini di rumore, vibrazioni, inquinamento, cantierizzazione, ecc. O forse Bulgarini non ha ancora affinato la sensibilità per comprendere che questi fattori impatteranno negativamente? Aspettiamo la convocazione del Consiglio comunale con input da parte dell’amministrazione ai consiglieri di maggioranza a votare contro la TAV/AC.

Liliana Zaltron
Movimento 5 Stelle- Vicenza

Tags: ,

Leggi anche questo

  • zenocarino

    Gentile signora Zaltron, con il 60 % degli italiani, che il 4.12.2016, ha votato contro un governo ed una politica distruttiva, NON crede che a Vicenza -utilizzando i Comitati del NO- si potrebbe presentare un “referendum”, per far capire anche ai “sordi”, che i vicentini NON vogliono che la TAV passi per il centro della loro Città ?

    • Nano

      La Zaltron ha presentato più di una mozione a riguardo ed è stato fatto anche una raccolta firme online nel sito del comune per chiedere il referendum!
      Ma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire,mozioni bocciate e buona notte al referendum!
      La maggioranza ha inoltre votato un regolamento che rende il percorso referendario simile ad un percorso ad ostacoli,fingono di volere trasparenza e democrazia ma in realtà sono delle marionette pigiabottoni,non sanno nulla sopratutto quelli del PD,quando è ora di votare chiedono in alto cosa votare!

      • zenocarino

        >>>NANO. I “referendum on line”, NON servono. Come dice Lei, il percorso referendario è un percorso ad ostacoli,ma, facendo riferimento a quel 60 % -che NON vuole Renzi e nemmeno Variati- indipendentemente dal colore politico, si potrebbero utilizzare i Comitati del NO, per raggiungere le 8.000 firme legalizzate, per poter passare successivamente al voto. Con l’occasione si potrebbero presentare anche altri “quesiti”, ad esempio sui Comitati di Quartiere e sull’utilizzo del Parco della Pace. Tengo a precisare che la mia è una presa di posizione “a favore” della Zaltron, che al momento mi pare l’unica in grado di portare avanti un progetto del genere.

        • Nano

          Certo avevo capito la sua posizione è concordo con lei!
          Unica precisazione,non era un referendum on Line quello della Zaltron,ma una raccolta firme sul sito del comune che chiedeva con forza un vero referendum!
          Saluto

          • zenocarino

            >>>>NANO. Purtroppo, da 9 anni se ne fregano, anzi, hanno inventato anche stupidità come i referendum on line, che NON hanno nessun effetto. Si finge di concedere DEMOCRAZIA, che – nella realtà- NON si vuole RICONOSCERE, perchè è più facile governare, con il popolo bue, che, nonostante tutto NON si ribella. La VOLONTA’ POPOLARE NON CONTA NULLA, NON dovremmo mandarli a casa, poi, peggio di così ……………………