Veneto Promozione, Corte Conti indaga su spese «irregolari»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Veneto Promozione, partecipata della Regione al 50% con Unioncamere del Veneto messa in liquidazione da Palazzo Balbi a marzo, è al centro di un’indagine della Corte dei Conti. Come scrive Sabrina Tomè sul Mattino a pagina 11, nel mirino della magistratura contabile una serie di spese e consulenze varate dalla società nata per sviluppare i rapporti commerciali delle aziende del territorio con l’estero. Tali spese erano state denunciate anche da 3 interrogazioni del Movimento 5 Stelle nella primavera dell’anno scorso come irregolari.

Tra le voci di uscita oggetto dell’inchiesta ci sono un affidamento diretto da 75 mila euro senza appalto per la borsa del turismo religioso di Padova; una missione in Brasile da 250 mila euro per una gara ciclistica mai avvenuta; l’organizzazione di un torneo di golf sempre in Brasile; una missione da tre viaggi in Iran; una missione d’affari a Lusaka (Zambia) rivolta all’industria agricola; 210 mila euro per “Pedemontana expo”; una serie di incarichi affidati alle stesse aziende, in particolare a una società di Mestre pagata con 25 mila euro per un lavoro di traduzione. Al tempo la Regione aveva risposto al M5S assicurando la regolarità d i queste attività.

(ph: metrotourist.it)

Tags:

Leggi anche questo