BpVi: «persi 220 milioni in Cattolica»

Banca Popolare di Vicenza reagisce duramente allo strappo di Cattolica Assicurazioni che nei giorni scorsi ha annunciato la vendita delle sue quote nella banca. In un duro comunicato, l’istituto taccia implicitamente di ingratitudine l’ormai ex partner ricordando di averlo aiutato in momenti di difficoltà invendo nelle sue azioni 387 milioni perdendone 220. Il recesso dagli accordi con l’esercizio dell’opzione di vendita, attacca BpVi, «è stato formulato, del tutto inopinatamente, mentre erano in corso approfondite e costruttive discussioni su un rilancio dell’accordo di bancassurance» , un’alleanza «fra due importanti realtà finanziarie che hanno nella Regione Veneto il loro centro operativo».

L’eventuale riacquisto delle quote delle joint venture (Berica Vita, Cattolica Life e ABC Assicura), continua l’istituto di via Framarin, «dovrebbe essere autorizzato dalle competenti Autorità» dopo che la banca ha fatto richiesta di aiuti di Stato. BpVi h inoltre respinto al mittente «una generica contestazione (di Cattolica, ndr) su asserite responsabilità» della banca «in relazione al Prospetto dell’Aumento di Capitale 2014».

Tags: , ,

Leggi anche questo