Cassamarca, M5S: «De Poli satrapo, si dimetta»

«De Poli deve dimettersi, la sua è una satrapia che va chiusa immediatamente». Questo, scrive La Tribuna di Treviso a pagina 20, è il duro attacco di Federico D’Incà (a destra in foto), portavoce dei 5 Stelle alla Camera contro il presidente di Fondazione Cassamarca. D’Incà ha presentato un’interrogazione al ministero del Tesoro: «il ministero dell’Economia deve dire con chiarezza se ci sono state irregolarità di gestione – ha continuato il deputato – Il Veneto colpito dalla crisi delle banche popolari non può tollerare le malefatte di una piccola casta di personaggi che giocano a fare i banchieri sulle spalle dei cittadini e delle attività produttive».

D’Incà ha ricordato come Cassamarca abbia «bruciato un miliardo di patrimonio e ha accumulato altri 200 milioni di debiti» e come nei suoi 25 di presidenza il suo storico presidente abbia  «intascato oltre 10 milioni di compensi». Il deputato 5 Stelle ha quindi chiesto la sostituzione di De Poli con «un presidente e un cda di caratura internazionale, scelti con criteri di merito e senza tentazioni politico clientelari di regalare poltrone a trombati e paracadutati di turno».

(ph: youtube.com)

 

Tags: ,

Leggi anche questo