Scamarcio paparazzato, Signorini nei guai

Avevano fatto un servizio su una foto rubata all’attore Riccardo Scamarcio in cui lui, in boxer e t-shirt, si levava un prurito intimo nella terrazza del suo hotel veronese sicuro di non essere visto da nessuno. A rischiare grosso, scrive l’Arena a pagina 19, sono ora il direttore del settimanale “Chi” Alfonso Signorini, l’autore del pezzo e il fotografo.

I tre paparazzi erano infatti stati denunciati da Scamarcio ( a Verona per il film “Dalila”) per lesione di dignità (la foto fece infatti il giro dei social scatenando il pubblico ludibrio), e la Procura scaligera ha chiuso ieri le indagini ritenendo l’articolo “Caduta di stile per Riccardo Scamarcio” pubblicato da “Chi” nell’aprile 2016, di contenere frasi ingiuriose e offensive. Inoltre la foto avrebbe leso il diritto alla privacy dell’attore colto in un momento di intimità. Quel servizio insomma è accusato di aver travalicato il sottile confine tra lecito e diffamatorio e ora i tre paparazzi rischiano di essere trascinati a processo.

(ph: naonopress.it)

Tags: ,

Leggi anche questo