Vittorio Veneto, pane tra i rifiuti: scuse dalla coop

La foto di sacchi di pane gettati nella spazzatura a Vittorio Veneto ha indignato l’opinione pubblica ma ha suscitato anche molte reazioni di condanna da parte di personalità politiche (leggi qui la storia). A seguito di questo boom mediatico, la Tribuna di Treviso riporta oggi le scuse e i chiarimenti della società Nova Facility, accusata del gesto poco educato e che gestisce il centro d’accoglienza all’ex hotel Winckler.

«Non si è trattato di un gesto irrispettoso, nè di uno spreco. Quel pane era stato accumulato giorno dopo giorno da tre mesi nella struttura perchè volevamo dedicare alcuni spazi alla realizzazione di un piccolo pollaio, cosa che poi non siamo riusciti a fare. Il pane non mangiato lo conservavamo pensando alle galline che sarebbero arrivate, quando il piano è tramontato era ormai vecchio e inutilizzabile e si è deciso di eliminarlo. Certo la scelta di farlo così non è stata giusta nè felice, e chi l’ha fatta è stato redarguito, ma non c’era alcun intento offensivo».

Toni Da Re, ex sindaco ed oggi segretario nazionale della Lega Nord ha commentato: «bene le scuse, ma il pane nei cassonetti è stato visto più volte, a dimostrazione che quanto meno si stanno sbagliando i conti nell’approvvigionamento di alimentari. Oppure che la struttura ospita meno profughi di quelli programmati o dichiarati».

 

Tags: ,

Leggi anche questo