Igor il russo, ricerche anche in Veneto

Igor Vaclavic è braccato dalla polizia da una settimana ed è accusato dell’omicidio del barista Davide Fabbri di Budrio e del delitto di sabato a Portomaggiore nel Ferrarese, dove ha ucciso una guardia ecologica volontaria e ferito il collega di pattuglia. “Il russo”, com’è soprannominato, sarebbe un ex militare ed è stato già condannato in passato per rapine commesse armato di arco, frecce e occasionalmente di un’ascia. Le forze dell’ordine lo reputano molto pericoloso perchè pronto a tutto pur di non farsi trovare e sarebbe in fuga armato di almeno due pistole e una quarantina di munizioni.

Nemmeno i cani addestrati finora sono riusciti a trovarlo. Come riporta il Giornale di Vicenza, al momento le ricerche si sono estesi fino al basso vicentino, ai confini con le province di Padova e Rovigo. Il procuratore di Bologna, Giuseppe Amato, ha dichiarato: «fare attenzione, perché è un momento delicato. Bisogna avere prudenza nel muoversi, fare attenzione alle persone che si incontrano» e soprattutto segnalare «tempestivamente alle forze di polizia ogni situazione sospetta senza intervenire direttamente».

+++AGGIORNAMENTO 17:56+++

Lo stato di allerta è stato esteso anche al capoluogo berico, come spiega VicenzaToday. Con una nota la Questura di Vicenza spiega: «potrebbe essere andato ovunque. Abbiamo raccolto le indicazioni del questore ed emesso un ordine di servizio per garantire la massima incolumità agli agenti». Le disposizioni agli agenti infatti sono giubbetto antiproiettile a portata di mano e precauzioni totali nel caso di un possibile avvistamento.

(Ph: tgcom24)

Tags: ,

Leggi anche questo