Edilizia in Veneto, business in calo

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

L’edilizia veneta perde 14 mila lavoratori nel solo 2016 (-10%) e 10.700 imprese dal 2008 ad oggi (-17,2%). Questi, scrive l’Arena a pagina 8, i dati pubblicati nel 15esimo Rapporto congiunturale realizzato dal Centro studi di Ance Veneto, l’Associazione regionale dei costruttori edili. Nonostante un piccolo incremento negli investimenti nel 2016 (+0,6%), il settore sconta ancoral’onda lunga della crisi del 2008. Da quell’anno gli investimenti complessivi in costruzioni sono calati infatti di circa 7 miliardi (-38,2%) e si attestano oggi a 12,5 miliardi. Sempre dal 2008 il comparto ha perso 95.600  occupati (45,6%). Crollano anche gli importi dei bandi di gara per lavori pubblici che passano da 4,2 miliardi del 2006 a 1,2 miliardi del 2016.

Nonostante il duro colpo, secondo l’Ance l’edilizia in Veneto rappresenta ancora circa il 9% del Pil regionale e il 6% dell’occupazione complessiva. Per risollevare il settore l’Ance chiede alla Regione di adottare lo stesso sistema del Friuli, ovvero favorire le imprese locali venete negli appalti pubblici regionali sotto la soglia di un milione di euro ad esclusione delle opere finanziate da risorse nazionali ed europee.

Tags:

Leggi anche questo