Guadagnini (Siamo Veneto): «lotta alla ludopatia nelle scuole»

Un Progetto di legge statale e un altro regionale, per portare la prevenzione della dipendenza dal gioco d’azzardo patologico – gap – nelle scuole del Veneto, da affiancare a iniziative educative sulle altre forme di dipendenza, come quella da sostanze stupefacenti, e in materia di educazione stradale. Queste, in sintesi, le proposte presentate alla conferenza stampa di oggi a palazzo Ferro Fini dal Consigliere regionale e presidente del gruppo “Siamo Veneto” Antonio Guadagnini, affiancato dal Sindaco di Spresiano Marco Della Pietra. «L’obiettivo delle due proposte di legge – ha dichiarato il Consigliere – consiste nell’inserire nei Piani di Offerta Formativa di tutte le scuole, dalle elementari alle superiori, corsi di formazione contro l’uso della droga, contro il gioco d’azzardo e per la guida sicura».

Una volta modificata la legge statale, spiega Guadagnini, il Veneto avrebbe «la possibilità, tramite una propria legge e perseguendo la strada dell’accordo separato bilaterale tra Regione e Ministero, di prevedere l’inserimento nelle scuole di questo genere di corsi, peraltro in modo gratuito perché il personale è già formato allo scopo e si trova nell’ambito delle Usl. Quando la proposta diventerà legge, tutte le scuole potranno fruire di questa offerta formativa e cominciare ad insegnare ai ragazzi quanto pericoloso è giocare d’azzardo, drogarsi e andare troppo veloci in macchina: questi comportamenti costituiscono fonte di grandi problemi, possono causare la morte dei nostri giovani e devono essere contrastati in tutti i modi possibili, rendendo al contempo un servizio che, ne siamo sicuri, sarà apprezzato anche dalle famiglie».

Tags:

Leggi anche questo