Save, i contenuti dell’accordo coi partner

Save, la concessionaria che gestisce l’aeroporto di Venezia, si prepara ad effettuare il delisting (rimozione, ndr) delle proprie azioni dal mercato azionario. Come scrive Laura Galvagni sul Sole 24 Ore a pagina 21, l’operazione decisa in base agli accordi tra il socio storico Enrico Marchi e i due nuovi partner Infravia e Deutsche Bank, sarà effettuata solo in seguito alla fusione della newco Bidco e SV35, Agorà e Marco Polo Holding entro sei mesi dalla data di esecuzione. La fusione dei veicoli permetterà così a Bidco di controllare il 60,68% del capitale di Save e il 61,4% dei diritti di voto. Cruciale nel delisting sarà Atlantia, azionista con il 22% del capitale.

Secondo gli accordi, Marchi sarà presidente di Save fino all’uscita dal capitale di Bidco. Il board del gruppo aeroportuale sarà composto di 11 membri, tre indicati da ciascun socio della newco più due condivisi. Ultima disposizione quella sulle cedole future: Save e le sue controllate distribuiranno a titolo di dividendo il 100% della cassa disponibile.

Tags: ,

Leggi anche questo