Borgo Berga, la difesa: «sequestro assurdo, regole rispettate»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Niente di fatto nell’ultima discussione, chiusa ieri, sulla vicenda Borgo Berga. Come scrive il Giornale di Vicenza, in edicola oggi, a pagina 19, da un lato la procura, che è convinta della necessità di sequestrare il quartiere perchè è una lottizzazione abusiva (tribunale a parte). Dall’altra la difesa, divisa tra privati, dirigenti comunali e professionisti, replica che un sequestro sarebbe assurdo visto che le regole sono state rispettate e non si puuò parlare di sbilancio economico considerando che l’interesse del Comune è quello di riqualificare un’area abbandonata.

Il collegio, presieduto da Miazzi, ha rinviato la decisione e avrà 45 giorni per depositare le motivazioni. Tutto è iniziato da un ricorso fatto dal procuratore Cappelleri, a seguito della richiesta, respinta dal giudice Gerace, di sequestrare Borgo Berga. Gli indagati, ad oggi, sono 20 ma sono destinati a diminuire visto che i ruoli di alcuni di loro sono marginali o nulli e quindi le loro posizioni saranno archiviate.

 

Tags: ,

Leggi anche questo