BpVi e Vb, Ue: ok a bond per 3,6 miliardi

Via libera della Commissione Europea all’aumento dell’emissione di bond garantiti dallo Stato da parte di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza. All’indomani dell’annuncio del via libera ai rimborsi ai soci per le azioni azzerate, l’Unione Europea ha esteso il supporto alla liquidità degli istituti, già approvata nel gennaio 2017. Un ulteriore passo per la messa in sicurezza delle due banche. Come riporta il Corriere del Veneto a pagina 11, dopo i 3 miliardi di gennaio, BpVi ha chiesto di poter emettere bond per altri 2,2 miliardi, mentre Veneto Banca ha fatto richiesta per altri 1,4 miliardi, in aggiunta ai 3,5 di inizio anno.

Intanto c’è attesa per il confronto tra BpVi e Cattolica assicurazioni. Oggi il cda della banca deciderà sull’uscita della società assicuratrice dagli accordi che vigevano da 10 anni, costati 400 milioni di perdite in bilancio. Dopo che l’Ad della banca Fabrizio Viola si era augurato di evitare le carte bollate, ieri a Verona ne ha parlato l’amministratore delegato della compagnia assicurativa Giovanni Battista Mazzucchelli. «Noi siamo aperti al dialogo, ma l’anno scorso, in assemblea, ci siamo presi un impegno preciso nei confronti dei nostri azionisti: fare gli interessi della compagnia. Il nostro obiettivo è quello; se poi ci sono possibilità di conclusioni diverse ne discuteremo».

Tags: , ,

Leggi anche questo