Spritz CasaPound a Vicenza, presente anche assessore Zanetti

L’aperitivo del Blocco studentesco, movimento giovanile di Casa Pound, c’è stato comunque. A nulla è servito infatti l’atto vandalico di alcuni soggetti non bene identificati che nella notte tra domenica e lunedì aveva spaccato la vetrina del bar di piazza Matteotti, luogo dell’aperitivo, lasciando un cartello intimidatorio (ne avevamo parlato qui). Come riporta il Giornale di Vicenza a pagina 18, il momento di condivisione, presidiato dalla Polizia, ha visto parecchia partecipazione: circa una ventina di giovani, assieme a parecchi volti noti di tutto l’arco politico come i consiglieri comunali di Idea Vicenza Francesco Rucco e Gioia Baggio, il consigliere forzista Dalla Negra, l’assessore al commercio Filippo Zanetti (Vicenza Capoluogo) e i consiglieri Pd Giancarlo Pesce e Valter Bettiato Fava.

Il messaggio trasmesso, al di là dell’appartenenza politica, è stato lo stesso: «sono qui per solidarietà nei confronti dei gestori del locale ed anche a sostegno della manifestazione della libertà di pensiero ed espressione», ha spiegato Rucco. «Ciò che è accaduto – aggiunge Zanetti – è vergognoso, è un atto spregevole, contro la città, contro chi lavora bene e onestamente, come il gestore del locale». Proprio quest’ultimo, Loris Azzolin, si sfoga: «non meritavo questo. Spero che adesso mi lascino lavorare in santa pace». Risuonano infine le parole del portavoce del Blocco studentesco Giovanni Manno, 21 anni: «questo vile attentato organizzato dalla controparte politica, che non ha un’azione politica reale se non, evidentemente, la violenza. Di certo noi non ci facciamo intimidire e non ci faremo cacciare dalla città o dalle scuole».

(ph: Facebook)

Tags: ,

Leggi anche questo