BpVi e Vb, Bce: «tagliare 30% costi»

Una sforbiciata sui costi pari al 30%. Questa, scrive Eleonora Vallin sul Mattino, la richiesta della Bce e dell’Antitrust alle ex banche popolari venete per farle tornare a indici ragionevoli di efficienza. Esclusi gli esuberi già dichiarati (2200 in tutto), per Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca si prospetta quindi la scure sulle consulenze: un taglio che per BpVi ammonta a circa 206 milioni in più, mentre per la Veneto l’extra è di 42,4 milioni.

Al 31 dicembre 2016 BpVi ha segnato a bilancio un cost/income (il rapporto fra costi e incassi, ovvero il principale indice d’efficienza) al 95,5% (dovrebbe essere circa la metà, a fine 2015 era al 66,1%). Veneto Banca è al 105% (era al 70,9).

Tags: , , ,

Leggi anche questo