BpVi-Vb, confronto stipendi fra Carrus e Viola

Mentre si avvicina inesorabilmente il piano di tagli lacrime e sangue in Veneto Banca, fa discutere lo stipendio d’oro del suo ad Cristiano Carrus (primo da destra in foto). Come riporta Fabio Pavesi sul Sole 24 Ore, la sua retribuzione annua è di 1,1 milioni di euro, più benefit per un costo azienda che supera il milione e mezzo. Carrus è entrato nell’istituto nell’ottobre 2014, in piena era Consoli. Inizialmente ha assunto la carica di vice-direttore generale, per poi diventare dg, e infine nel 2015 amministratore delegato.

«Per una banca che continua a perdere denaro a fiotti, e che ha tuttora costi operativi che si mangiano tutti i ricavi, forse un sacrificio andrebbe chiesto anche ai piani alti – è l’invito di Pavesi sul Sole 24 Ore -. Tanto per dare un’idea l’ad di (Banca Popolare di) Vicenza Fabrizio Viola (primo da sinistra in foto) prende, non da dipendente, 700mila euro la metà del costo, per la banca, di Carrus».

Tags: , , ,

Leggi anche questo