Cruciani e le teste d’agnello, la risposta di Scanzi

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Carnivoro contro vegano: è scontro è tra Giuseppe Cruciani e Andrea Scanzi. In risposta agli agnellini adottati da Silvio Berlusconi, il conduttore del programma radiofonico La Zanzara, amante della carne e avverso agli animalisti, ha condiviso sul suo account Twitter una foto con le teste mozzate di tre agnelli. «Anche noi abbiamo adottato tre agnellini. Ester, Richard e Asmodeo» recita il post beffardo di Cruciani. Il collega del Fatto Quotidiano, vegetariano, ha affidato la sua risposta al sito Dagospia.

«Anche quest’anno – scrive Scanzi -, l’ineffabile dj allergico agli shampoo passa il tempo a far vedere quanto è figo (?) ironizzando sugli agnelli uccisi e sui capretti ammazzati. Che eroe, che uomo, che mito. Resta immortale, del resto, il suo coraggio nell’affrontare (scappando) l’orda barbarica di vegani nazisti (una ragazza bionda) che attentava vilmente alla sua vita. Idolo assoluto. Sarebbe bello che l‘indomito Giuseppino Dj profondesse lo stesso impegno anche quando va in tivù, dove invece continua a farsi notare per l’unica cosa che riesce sul serio ad ammazzare: i programmi televisivi. Quel che tocca televisivamente muore: dove passa lui, non cresce più neanche un Telese».

 

Tags:

Leggi anche questo

  • don Franco di Padova

    Finalmente qualcuno che affronta seriamente i problemi d’Italia.
    In Parlamento, subito!