«Laura, Letizia e Nidia dovevano e potevano essere salvate»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

D.I.R.E., Donne In Rete contro la violenza, in una nota commenta le notizie di cronaca di ieri dove tre donne, due a Ortona e una a Camisano Vicentino, sono state uccise a coltellate dai rispettivi mariti. «Togliere le donne dal pericolo di vita è possibile ed è compito e dovere di una società civile, delle istituzioni, di tutti i soggetti coinvolti nel prevenire e contrastare la violenza maschile».

«Un Centro Antiviolenza non è un servizio qualunque, non può essere improvvisato ma deve fondare i propri interventi su una metodologia di accoglienza consolidata. Chi interviene sui maltrattamenti e sulla violenza maschile deve ricevere una formazione specifica, attenta, specializzata, consapevole. Questo è urgente e vitale anche per le forze dell’ordine: sono troppe le denunce trascurate, ormai è un numero esorbitante quello dei femminicidi che dovrebbero e potrebbero essere impediti», conclude la nota.

Tags: ,

Leggi anche questo

  • pachiara

    Nessuno che parla mai delle violenze (cinque milioni di casi registrati) delle donne contro uomini e bambini! Perchè? Vergognatevi: va bene difendere le donne ma anche tutte le persone. Se le donne fossero fisicamente più attrezzate sarebbero peggio degli uomini!