Mestre, “Pasqua gay”: «ma è solo un gioco»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Pasqua gay friendly tra “Sacro & profano”. Sulla locandina dell’evento di domenica 16 marzo a Mestre organizzato dallo staff di Trash&Chic, da oltre 10 anni punto di riferimento della comunità lgbt del Triveneto, fanno capolino un prete che legge il Vangelo e una suora ammiccante, con accanto un serpente e una mela simbolo del peccato originale. «Per festeggiare Pasqua tutti insieme, una serata speciale tutta da scoprire dove il Sacro ed il Profano si mischieranno in una miscela esplosiva»: questo il claim della festa. Il titolo della serata è volutamente provocatorio, ma l’organizzazione vuole evitare ogni polemica: «non ci saranno riferimenti a simboli sacri, né nulla che vada a intaccare la religione», spiega Elisabetta, una delle fondatrici storiche del Trash&Chic.

T&C-4_

«È un gioco, un pretesto scherzoso per fare festa, per trovare leggerezza. Il nostro è un pubblico allegro che ha solo voglia di divertirsi. Anche a Carnevale ci sono persone che si travestono da suore e preti». La serata sarà animata dai resident dj Ivan Dal Monte e Fedeejay, insieme allo staff del Trash&Chic al gran completo, con il vocalist Symon e le celebri drag queen Lady Diamond, Laura Funk, La Ciana e Raquel rebel. Inoltre, è in programma uno spettacolo di ballo con la crew di Gianluca Frezzato, ballerino e coreografo che ha lavorato tra gli altri con Kylie Minogue, Geri Halliwell e Vasco Rossi. Tra gli ospiti anche il fotomodello bassanese Pier Pellencin.

Tags: ,

Leggi anche questo

  • pachiara

    Maledetti bastardi dissacratori. Mi spiace non essere musulmano e d’altra parte questi conigli si guardano bene dallo sbeffeggiare Maometto e soci. Sono dei vigliacchi unidirezionali, tanto con i cattolici di oggi passa tutto!. Vergogna a questo sito per aver dato spazio a questa merda. Vergogna!!!