Ulss 7, sindaci: «non pagheremo costi project»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Andremo in Regione «per farci togliere il project financing sull’ospedale di Santorso e i 20 milioni di euro di mobilità passiva che pesano ogni anno sulla nostra Ulss 7». Questa, scrive Alessandra Dall’Igna sul Giornale di Vicenza a pagina 28, i sindaci dell’Alto Vicentino in merito alle problematiche della fusione tra Ulss 4 e Ulss 3. Faremo «richiesta di eliminare i costi di mobilità passiva che ci vengono addebitati: sono circa 20 milioni di euro all’anno relativi a quelle prestazioni che gli utenti richiedono fuori solo perché non c’è la specializzazione all’interno della nostra Ulss», dice Robertino Cappozzo, presidente del comitato dei sindaci del Distretto 2.

«Così come chiederemo che il costo del project non rimanga in carico alla sanità dell’Ulss 7: questa quota, del valore di 18 milioni di euro, veniva inserita ogni anno nel bilancio dell’ex Ulss 4, e successivamente ripianato dalla Regione», aggiunge Cappozzo. «Non vorremmo che, con la nuova riforma dell’Ulss 7 – gli fa eco Gianni Casarotto, sindaco di Thiene – non ci fosse lo stesso trattamento che finora abbiamo avuto e che la Regione ci dicesse arrangiatevi».

Tags: ,

Leggi anche questo