Salzano (Ve), sessantenne bastona cane a morte

Nel giro di pochi giorni due episodi di reati sugli animali in provincia di Venezia: eclatante il caso del sessantenne di Salzano che ha bastonato il proprio cane fino ad ucciderlo. A Matellago invece, secondo quanto riportano Eleonora Biral e Alberto Zorzi sul Corriere del Veneto di oggi, una donna aveva segregato in un appartamento disabitato un dalmata ed un bastardino. Fortunatamente salvati dai carabinieri, seppure in condizoni gravi. La donna è stata denunciata per maltrattamenti nei confronti di animali.

«L’attenzione dell’Arma locale anche su questo genere di reati è massima», confermano i carabinieri che nel caso di Salzano sono entrati in azione dopo una segnalazione dei vicini. Secondo le testimonianze e gli accertamenti emersi durante l’indagine, il sessantenne avrebbe massacrato il suo animale senza un motivo preciso ma in preda ad uno scatto d’ira. Ora è accusato di uccisione di animale, reato che prevede la reclusione da quattro mesi a due anni in caso di condanna.  I due casi probabilmente saranno assegnati ai pm Giorgio Gava e Raffaele Incadorna, i due magistrati indicati dal procuratore capo reggente di Venezia, Adelchi d’Ippolito, per il mini-pool dedicato ai reati ai danni degli animali.

Tags: ,

Leggi anche questo