Uccide la moglie, parenti di lei: «bastardo, devi morire»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Giornate difficili per le famiglie di Mirko Righetto e Nidia Lucia Loza Rodriguez, uccisa proprio dal marito due giorni fa (ne avevamo parlato qui). Come riportato dal Corriere del Veneto a pagina 7, da una parte la famiglia della vittima augura la stessa fine all’uomo; dall’altra i parenti dell’omicida cercano di mettersi in contatto con i parenti oltreoceano per dare una mano in caso di bisogno e di trasferimento della salma.

Intanto si pensa al futuro della bambina della coppia, la quale ha solo tre anni. A prendere una decisione in merito sarà il giudice cautelare. Per Righetto invece sarà il pm di Vicenza Massimo Garace a decidere, dopo un interrogatorio di convalida. L’omicida, che ha confessato sin da subito il delitto, avrebbe un passato segnato dalla dipendenza da droga e una denuncia d’ufficio per aver rotto il polso ad una donna con cui conviveva.

Il movente rimane ancora l’ennesima litigata, sfociata nella minaccia di privarlo della figlia. Questa volta con un esito drammatico. «Aveva ricominciato a dirmi che ero un alcolizzato, un fallito, un pessimo padre», racconta Righetto. Che ricorda poi le parole della donna: «giuro su Dio che ti tolgo la bambina, la porto in Colombia e tu non la vedrai più». Poi il triste epilogo: «Ho fatto una grande sciocchezza, me ne pentirò per la vita».

Tags: ,

Leggi anche questo