«Opposizione a prescindere, Veneto su binario morto»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Appare sempre più evidente come il Presidente del Veneto Zaia, per ragioni interne al suo schieramento, stia portando una delle regioni più dinamiche del paese sul binario morto e inconcludente del conflitto con lo Stato». Così sul Mattino il sottosegretario alle Regioni, Gianclaudio Bressa, commenta la bocciatura da parte della Corte Costituzionale delle leggi “prima i veneti” approvati dal Consiglio regionale.

«Tre conflitti solo negli ultimi sette giorni, e un bilancio, quanto a pronunce della Corte, decisamente negativo per Zaia. Questi dati dimostrano come sia del tutto evidente che una parte rilevante dell’attività legislativa del Veneto è costruita cercando il conflitto, inserendo norme “manifesto” utili solo a parlare ai propri militanti – conclude Bressa – Mentre Maroni interloquisce e afferma un forte ruolo della Lombardia Zaia porta il Veneto all’isolamento. Rimane da chiedersi: per quanto tempo il Veneto può accettare di considerarsi terra d’opposizione a prescindere?».

Tags: ,

Leggi anche questo

  • Paolo Maria Ciriani

    fino alla sua INDIPENDENZA !!!