Veneto Banca, quei 7,6 milioni prestati a Verdini

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Nel settembre 2012 Denis Verdini ha ricevuto da Veneto Banca un prestito da 7,6 milioni di euro «per il ripianamento di diverse insolvenze bancarie e il pagamento di sanzioni». Come scrive La Nuova Venezia a pagina 13, secondo quanto si legge nelle carte dell’inchiesta della procura, il finanziamento risulta dato «senza alcuna documentata valutazione del patrimonio immobiliare, considerato in sede istruttoria tra le principali fonti di rimborso dell’operazione».

Il prestito serviva all’ex coordinatore nazionale del Pdl per ripianare il buco di Credito Fiorentino, di cui era stato presidente per vent’anni. A garantire per Verdini c’era Silvio Berlusconi. Il 2 marzo scorso Verdini è stato condannato a 9 anni per il crac della banca. Il senatore di Sc-Ala avrebbe dovuto rientrare dal prestito di Veneto Banca nel giro di un anno.

Tags: , ,

Leggi anche questo

  • Ugo Agnoletto

    per una cosa del genere non dovrebbero rispondere di tasca propria chi ha firmato, i revisori dei conti, i sindaci e i controllori della banca d’Italia? Comunque, se è successo questo, mi chiedo con quale coraggio si può ancora parlare in Italia di onestà.

    • vito49

      L’onesta la pretendono solo da noi poveri Italiani che per farsi fare un mutuo ti prendOno per Stanchezza e non ne fai di niente