Padova, al via corso per diventare “indagatori di misteri”

Come riporta Alessandro Macciò sul Corriere del Veneto online del 26 aprile, torna a Padova il Comitato di Piero Angela per il controllo sulla affermazioni paranormali (Cicap) per dare il via a un corso di sei mesi tenuto da professori e giornalisti indagatori di misteri. Insegnaranno ad una trentina di partecipantei le tecniche per smascherare trucchi, inganni, supposti eventi paranormali e altre manipolazioni. Marino Fraziosi, ingegnere informatico e tesoriere del Cicap, spiega: «Ci sono insegnanti che vogliono trovare modi interessanti per trasmettere ai loro alunni la voglia di andare a fondo e c’è una nutrizionista che si è iscritta perché il suo campo pullula di false informazioni, ad esempio sulle diete, e lei stessa fa fatica a distinguerle da quelle affidabili».

«Vogliamo promuovere una mentalità critica e un sano scetticismo che pretende prove ad ogni affermazione – continua Fraziosi -. Inoltre offriamo una panoramica sui metodi di indagine, mettendo in guardia dagli inganni della mente dovuti ad illusioni ottiche e acustiche: la morale è che bisogna sempre essere prudenti e chiedersi cosa ci sia dietro a ciò che sembra straordinario». Oltre alla teoria, gli studenti dovranno cimentarsi anche con esercitazioni pratiche, come la camminata notturna sulle braci ardenti che hanno affrontato qualche settimana fa o la realizzazione di un cerchio nel grano prevista a maggio. Alla fine del corso non c’è alcun diploma «ma il ministero dell’Istruzione ci ha contattati e sembra intenzionato ad accreditare i nostri corsi per la formazione dei docenti».

(ph:4utravel.com)